Istituto di Ricerca
per l'Ecologia e
l'Economia
Applicate alle
Aree Alpine
Sistema Regionale
News&Eventi

Vetta

Ultimo aggiornamento: 2/02/2011

Vetta

Obiettivi
Il progetto si propone di migliorare l’offerta turistica dell’area interessata, attraverso la costruzione e valorizzazione dei prodotti turistici transfrontalieri connessi all’escursionismo.
Questi prodotti sono costituiti da più elementi fra loro fortemente interconnessi: infrastrutture sentieristiche , patrimonio ricettivo (rifugi, posti tappa e altre strutture ricettive similari), formazione professionale, servizi e attrezzature, sicurezza, rispetto dell’ambiente e promozione.

Sintesi del progetto
Negli ultimi anni, la domanda turistica in media e alta montagna è mutata, diversificandosi e ampliandosi. Ostacoli di diversa natura (normativa, finanziaria, socioeconomica) impediscono, tuttavia, all’offerta di adattarsi con successo al cambiamento.
Tenendo conto di questo presupposto e partendo da una valutazione sul potenziale turistico locale collegato all’offerta ricettiva dei rifugi in media ed alta quota, il progetto VETTA intende costituire, attraverso lo sviluppo ed il monitoraggio di progettualità pilota collegate ad alcuni temi di rilevanza strategica per l’escursionismo, una solida base per la valorizzazione condivisa dell’offerta turistica rivolta agli escursionisti, anche al fine di individuare linee strategiche di intervento comuni e modelli replicabili in altri contesti territoriali. Attraverso interventi volti ad aumentare il livello della formazione degli operatori, a migliorare le strutture ricettive e le reti sentieristiche, anche mediante l’utilizzo dell’ICT, a favorire  la “cultura della qualità” e a rendere più efficace la promozione dei prodotti turistici di media e alta montagna, il progetto VETTA intende accompagnare il processo di adattamento dell’offerta alle mutate richieste del mercato, con lo scopo di aumentare l’attrattività dei territori transfrontalieri coinvolti.  

Attività previste
Il progetto prevede due macrocategorie di attività progettuali :

- Attività transnazionali o centralizzate: di interesse comune a tutti i partner di progetto  da svilupparsi nel rispetto di una linea tecnica condivisa tra i partner, sotto il coordinamento di un partner responsabile per l’implementazione di eventuali prodotti o attività comuni.

- Attività nazionali o decentralizzate: caratterizzate da una elevata  specificità connessa all’area territoriale di riferimento con concreta applicazione di azioni transnazionali e realizzazione di progettualità pilota che possono costituire esempi di buone pratiche applicabili in altri contesti territoriali.

Nello specifico, le attività previste dal progetto sono le seguenti:

  • Studio sulla domanda e sull’offerta del turismo escursionistico transfrontaliero.
  • Progettualità pilota ed innovazione nel turismo escursionistico in relazione ai seguenti temi:
    1. Reti sentieristiche, rilevamento flussi, certificazione itinerari transfrontalieri, promozione;
    2. Carta di qualità strutture ricettive e formazione dei gestori;
    3. Servizi e tecnologie a supporto degli operatori e sicurezza.
  • Coordinamento delle fasi di sviluppo dei progetti pilota, valutazione dei risultati e diffusione modelli replicabili (buone pratiche).
  • Promozione  internazionale e  locale delle progettualita' pilota e dei prodotti turistici ad essi collegati.
  • Gestione, informazione e comunicazione di progetto.


Risultati attesi
Il progetto, inserendosi in un più ampio contesto di valorizzazione e gestione delle zone montane, si propone di migliorare, promuovere e stimolare il sistema dell’offerta turistica alle medie e alte quote attraverso la costruzione di prodotti turistici transfrontalieri, intervenendo su temi specifici quali il patrimonio ricettivo e la sostenibilità ambientale dello stesso, la formazione professionale e valorizzazione del capitale umano, i servizi e le attrezzature infrastrutturali collegati alla specifica offerta ricettiva, la promozione, l’accessibilità, la sicurezza.

Ente capofila
Regione Piemonte.

Partner
Italia: Regione Piemonte, Regione Lombardia, Provincia Autonoma di Bolzano, Cai – Gruppo regionale Lombardia, Cai Sezione di Villadossola, Cai Sezione di Novara, Irealp.
Svizzera: Cantoni, Ticino e Grigioni.

Durata
3 anni (febbraio 2010 – gennaio 2013).

Web
Pagina dedicata al progetto ospitata nel sito di Regione Piemonte

 

Rassegna stampa:

- La Rivista del CAI, n.4 2010

- Notiziario della Regione Piemonte, n.1/2010


Visualizza la fotografia


Per informazioni:
Lisa Garbellini - IREALP, Area Progetti Regionali ed Europei
Tel. (+39) 0342 483981
mail: lisa.garbellini@irealp.it
Massimo Bardea - IREALP, Area Progetti Regionali ed Europei
Tel. (+39) 0342 483981
mail: massimo.bardea@irealp.it
NewsletterCercaCreditPrivacyLink
© 2011 - ERSAF, via Pola, 12 - 20124 Milano - P.Iva CF: 03609320969